IlMondoDellaCasa

Portale dedicato al Mondo della Casa: tutto quello che riguarda il fantastico mondo dell'abitazione e del focolare domeitico.
Categoria dedicata a tutto quello che riguarda la casa in generale

Consigli per acquistare una casa per poi affittarla

Segnali di problemi potenziali: Le crepe grandi, specie se continuano ad ingrandirsi, possono
indicare il cedimento o la rottura di un elemento strutturale. Le 
incrinature capillari sono normali nell'intonaco fresco. Vernici scolorite, intonaco rigonfio o rovinato, macchie umide su
mattoni o muratura e odore stantio indicano penetrazione di umidità o possibili perdite. L'umidità sottovalutata può portare a problemi più seri, come sfaldamento e deterioramento. , Le infestazioni di animali nocivi, come roditori, possono essere particolarmente dannose a livello di tubazioni e cablaggio. Pavimenti inclinati possono indicare un cedimento del terreno o
problemi alle fondazioni. Danni al tetto, come cedimenti o curvature, possono indicare seri
 problemi strutturali; tegole mancanti possono portare a perdite o
danni causati dall'acgua. Modifiche superficiali Relativamente semplici, poco costose e veloci se paragonate ad altri tipi di interventi, le modifiche di superficie come la ritinteggiatura o l'installazione di nuove superfici e fmiture possono avere un enorme impatto sull' aspetto della casa...
Continua a leggere
  1907 Visite
1907 Visite

L'attestato di Certificazione Energetica

Dal 1 gennaio 2012 è obbligatorio l' attestato di certificazione energetica  (ACE) per la casa. Cos'è e a cosa serve? L'attestato di certificazione energetica è un documento dove viene iscritta la classe energetica dell'edificio, ovvero tramite questa classe viene classificato l'edificio dalla lettera A alla lettera G in base all'efficienza energetica dello stesso. Più un edificio risparmia energia e più alta sarà la classe, la classe G è quella più bassa. In Italia attualmente sono presenti diversi enti certificatore come il cened, l'acerten o il casaclima, tutti comunque in grado di rilasciare l'attestato di certificazione energetica per la tua casa. In questo portale CertificazioneEnergeticaEdifici.org puoi trovare tutto sulla certificazione energetica in quanto è il primo portale in italia per numero di visite. Oltre alla certificazione energetica sono presenti anche articoli che trattano di: incentivi fotovoltaico detrazione 55 risparmio energetico Se ti interessano queste notizie, o vuoi contattare un certificatore energetica...
Continua a leggere
  2013 Visite
2013 Visite

Tecniche innovative per pulire arredi e supporti artistici

L’usura del tempo, l’umidità, l’azione di fumi o il contatto accidentale con perdite d’acqua possono causare la formazione di macchie esteticamente sgradevoli nei nostri arredi in pietra o legno. Per eliminare queste macchie spesso si ricorre a sostanze chimiche troppo aggressive che invece di migliorare la situazione finiscono per danneggiare ulteriormente i nostri arredi. Vi sono alcune tecniche innovative che consentono di intervenire in maniera efficace su qualsiasi supporto senza alcun danno. La tecnica criogenica è l’ideale per operare in maniera concreta nella L’usura del tempo, l’umidità, l’azione di fumi o il contatto accidentale con perdite d’acqua possono causare la formazione di macchie esteticamente sgradevoli nei nostri arredi in pietra o legno. Per eliminare queste macchie spesso si ricorre a sostanze chimiche troppo aggressive che invece di migliorare la situazione finiscono per danneggiare ulteriormente i nostri arredi, pareti, complementi di arredo che data la delicatezza non possono subire azioni troppo...
Continua a leggere
  2259 Visite
2259 Visite

Ristrutturare casa

Ristrutturare casa è sempre un’impresa impervia e che spesso spaventa. Gli imprevisti e le problematiche correlate ad una ristrutturazione sono innumerevoli e spesso è proprio per questo motivo che la ristrutturazione viene vissuta più come una complicazione che non come un momento piacevole e di rinnovamento. Il tecnico Il primo passo per sollevarci dall’ansia è sicuramente quello di rivolgerci ad un tecnico competente. Se inizialmente la considereremo come un aggravio di spesa, in realtà la presenza di un professionista che non sia legato all’impresa edile, è invece un’assicurazione contro imprevisti sforamenti del budget iniziale. L’impresa Spesso infatti, l’impresa valuta il preventivo dei lavori su un computo sommario delle opere; ciò comporta l’impossibilità di prevedere con esattezza l’ammontare delle spese, sia perché alcune opere possono rendersi necessarie in corso d’opera, sia perché nella sommarietà del preventivo molte voci non vengono specificate e quindi danno adito a fraintendimenti. E’ buona norma, anche per...
Continua a leggere
  1574 Visite
1574 Visite

Consigli sull'acquisto di una casa

Fidarsi dell'istinto   Se ci si è documentati, non ci vorrà molto
tempo per prendere una decisione. Molti compratori avvertono
immediatamente quando una casa potenziale è quella giusta; se
non si ha questa sensazione a pelle, è meglio continuare a
cercare. Se ci si innamora a prima vista di una casa, è bene non darlo troppo a vedere; si potrebbe perdere la possibilità di negoziare ulteriormente prezzo e condizioni. Guardare oltre l'apparenza Nelle zone dove è forte la
concorrenza, molti adottano tecniche sofisticate per vendere il
loro immobile (vedi: vendere), quindi è bene non lasciarsi
distrarre da dettagli allettanti, come biancheria pulita in
quantità e vasi di fiori, che rischiano di far passare in secondo
piano condizioni strutturali e qualità delle finlture non proprio
eccezionali. Analogamente, è bene che una decorazione o un
arredamento eccentrici non distolgano da ciò che si sta
realmente comprando, vale a dire la struttura e lo spazio.
Studiare con attenzione la planimetria ci permette di valutare
se la casa...
Continua a leggere
  1759 Visite
1759 Visite

Costi per acquistare una casa

Fare i conti II vero costo di una casa è il prezzo di vendita più un 
numero di spese aggiuntive: trasloco, assicurazione (su vita,
immobili e furto), compensi ai professionisti (periti, avvocati),
costi della stima, verifiche legali, tasse, ecc. Questi costi
aggiuntivi possono ammontare al 3 o 4% del prezzo 
dell'immobile. In Francia e in altre parti d'Europa le spese notarili
si aggirano intorno al 10% del prezzo dell'immobile. Sapere cosa si compra  Se si compra una struttura grezza (lo
spazio di un loft privo di arredi e munito solo dei collegamenti per
gli impianti) o si acguista un'abitazione sulla carta, è bene
accertarsi di cosa si otterrà e guale costo aggiuntivo comporterà
la trasformazione in una casa abitabile. Vale la pena segnalare
che in questi casi gli istituti non sono generalmente disposti ad
anticipare più dell'80% della spesa da sostenere. Sondare il mercato   È bene informarsi su ciò che ci si può
aspettare di acquistare con il budget a disposizione...
Continua a leggere
  1763 Visite
1763 Visite

Acquistare una casa: consigli utili

Comprare una casa è un passo importantissimo. Fondamentale è compierlo nei tempi giusti, soprattutto nelle zone in cui i prezzi degli immobili tendono a fluttuare. Un immobile è generalmente considerato un investimento sicuro, ma i migliori rendimenti sono garantiti solo a lungo termine. Un acquisto in un periodo di boom dei prezzi, per esempio, può portare a un disvalore quando il mercato subisce un crollo e, se i tassi di interesse aumentano, si rischia seriamente di cadere in passivo. In generale, l'acquisto ha senso se il mercato è abbastanza stabile, se si è in una fase sufficientemente solida della carriera, con entrate regolari, e se le rate di un eventuale mutuo sono più basse o equivalenti al prezzo d'affitto di una casa simile. Nelle aree urbane ad alta densità o in quelle parti del mondo in cui gli immobili hanno prezzi straordinariamente alti, può essere difficile arrivare all'acquisto di una...
Continua a leggere
  1747 Visite
1747 Visite

Ridimensionare una casa sottoutilizzata

In questa fase ha senso anche investire in nuove apparecchiature elettriche. Svecchiare e potenziare le attrezzature domestiche può portare un grande risparmio di tempo, da utilizzarsi per i propri interessi anziché per le faccende domestiche. In assenza di un'orda di figli da sfamare o montagne di biancheria da lavare, non c'è bisogno di frigoriferi o lavatrici enormi. Passare a modelli più compatti ed efficienti può rivelarsi, inoltre, molto economico. Forse l'aspetto più critico di questa particolare fase di passaggio è legato al momento in cui ci si trova a eliminare il superfluo. Paradossalmente, quando i figli se ne vanno, uno spazio domestico sembra ancora più vuoto se è pieno di cose che hanno il solo scopo di ricordarci costantemente come era nel passato. Spesso i genitori temono che la casa perda immediatamente la sua vitalità. Conservare una grande quantità di oggetti del passato servirà solo a rafforzare un senso di...
Continua a leggere
  1655 Visite
1655 Visite

Ampliare una casa sottoutilizzata

In una vignetta apparsa di recente sul New Yorker, un designer di interni, presentando un progetto di ristrutturazione al suo cliente, definisce la casa da cui i figli se ne sono andati come un luogo in cui può finalmente crescere un appartamento. In effetti, dopo anni passati a privilegiare i bisogni dei figli e l'organizzazione familiare, a discapito delle proprie esigenze e, in certi casi, dei gusti personali, molti sentono di avere finalmente l'opportunità di voltare pagina e vivere una vita da adulti completamente diversa. Intervenire sul registro decorativo è una maniera positiva di segnalare il cambiamento. Il faticoso logorio della vita familiare è finito e ci si può concedere il lusso di finiture e materiali eleganti che si erano evitati perché avrebbero posto seri problemi di manutenzione. In termini di decorazione, le esigenze di una famiglia possono indurre a trascurare il dilagante deterioramento degli ambienti, le vernici scheggiate, il...
Continua a leggere
  1885 Visite
1885 Visite

Rivediamo gli spazi nelle case sottoutilizzate

Quando i figli lasciano finalmente la casa, la famiglia media si ritrova con almeno due stanze in più e l'imbarazzo della scelta aumenta in caso di nuclei familiari più numerosi. Piuttosto che appropriarsi di un ambiente così com'è, vale la pena procedere a una riorganizzazione più generale, soprattutto se non sono previsti traslochi a breve termine. Si può partire da una lista delle attività cui si vorrebbe dare più risalto, prendendo nota di tutte le zone della casa in cui lo spazio appare particolarmente ridotto. La lista può includere, per esempio, studi o stanze di lavoro chiuse, un altro bagno o un vano doccia, un grande ripostiglio o un guardaroba. Vale la pena conservare almeno una stanza o una zona in cui ospitare i figli durante le loro visite. È bene anche valutare la possibilità di allestire un ambiente per un parente anziano. Se in precedenza una camera più grande...
Continua a leggere
  1511 Visite
1511 Visite

Pulire casa? Un gioco da ragazzi!

Pulire casa? Un gioco da ragazzi!
A me capita spesso: compro un detersivo e leggo l'etichetta, ma non conosco il significato di simboli, immagini, scritte, etc. Adesso c'è uno strumento on line, semplice, chiaro e pure divertente, che ci insegna tutto questo! Si chiama "Puliti e felici!" ed è stato realizzato da Assocasa, l'Associazione Nazionale detergenti e specialità per l'industria e per la casa, in collaborazione con il Centro Antiveleni di Milano Niguarda. “Puliti e felici!”, attraverso le riflessioni di una bambina e della sua mamma conduce grandi e piccini in un percorso educativo, finalizzato all’attuazione di comportamenti responsabili, quando si pulisce casa. Troppo spesso, infatti, si pone poca attenzione alle confezioni, non si riconoscono correttamente i simboli e le icone di sicurezza e in casa i detersivi vengono conservati in luoghi sbagliati. Inoltre c'è la possibilità di scaricare una breve guida, da conservare in caso di necessità. E per i più piccoli è disponibile un...
Continua a leggere
  557 Visite
557 Visite

Arredi e accessori di una casa vacanze

Dato che la casa di vacanze dovrebbe esprimere uno stile di vita semplice, è bene scegliere arredi e accessori essenziali che favoriscano un senso di relax e richiedano poca manutenzione. Questo è ancora più importante quando si affitta la proprietà regolarmente. Un approccio semplice nei confronti di finiture e arredi fa sì che anche gli altri occupanti si sentano a loro agio e non abbiano la sensazione di intrufolarsi in casa d'altri. Colori ariosi e tenui, superfici e finiture naturali, rivestimenti lavabili, semplici sedie pieghevoli o sgabelli creano un ambiente più vivibile rispetto a uno stile rustico ricreato su misura o a una collezione di oggetti dismessi dalla prima casa. Avendo a disposizione un budget ridotto, spesso è più economico optare per arredamenti e accessori di seconda mano; questi elementi aggiungono carattere e vivacità, rafforzando il senso di informalità della casa. Per alcune persone, una casa di vacanze o per...
Continua a leggere
  1529 Visite
1529 Visite

Progetto e contesto per le case vacanze

Le case di vacanza offrono l'occasione di cogliere il senso del luogo in cui sorgono. Case e cottage tradizionali costruiti con materiali locali, come pietra, mattoni, argilla o legno, hanno un'affinità naturale con il paesaggio in cui sono inserite; lo stesso può dirsi di vecchi edifici agricoli come granai o stalle. Se si restaura o converte una proprietà del genere, cercare in loco i materiali adatti e impiegare imprese o artigiani esperti nei metodi di costruzione tradizionali aiuta a conservare l'integrità del tessuto originario. In ogni caso, si potrà scoprire che le normative locali e i piani regolatori pongono precisi limiti su ciò che si può e non si può fare, in particolare quando le alterazioni interessano l'aspetto esterno dell'edificio. Occorre seguire la stessa strategia per gli interni, lasciando le caratteristiche e le superfici originali e scegliendo i materiali più appropriati per pavimenti e fini ture. Ciò che molte persone...
Continua a leggere
  1600 Visite
1600 Visite

La locazione migliore per la casa vacanza

Come possono confermare gli agenti immobiliari, l'emozione gioca un ruolo importante nella decisione di acquistare un immobile; quando si tratta di case di vacanza, poi, le persone sono ancora più sensibili e danno ascolto al loro istinto. Per quanto si possa essere colpiti da un luogo o da un'abitazione in particolare, occorre riflettere a lungo e soppesare bene i prò e i contro prima di procedere all'acquisto. La distanza è un fattore chiave; va valutata non solo in chilometri, ma anche in termini di facilità di spostamento. Se si intende usare una casa di vacanze in ogni occasione, preferibilmente tutti i weekend, raggiungerla non deve essere un'impresa estenuante. Quando si è costretti a guidare per ore nel traffico autostradale, qualsiasi beneficio offerto da una fuga dalla routine quotidiana diventa al confronto irrisorio. I treni ad alta velocità e i voli low-budget rendono le zone lontane sempre più accessibili; può essere...
Continua a leggere
  1413 Visite
1413 Visite

La casa vacanze per eccellenza

Se si conduce una vita frenetica, ogni tanto è essenziale fuggire dal caos della città. Anche le vacanze, tuttavia, possono essere fonte di stress, specialmente quelle trascorse in destinazioni sconosciute che si rivelano inferiori alle aspettative. Una soluzione è mettere radici, nei weekend o durante l'estate, in una casa di vacanze posta in una zona che si ama o si conosce alla perfezione. Questo tipo di dimora non è un fenomeno recente. Ma, mentre prima la seconda casa rappresentava un privilegio di pochi, attualmente un numero sempre crescente di persone la trova una maniera pratica ed economicamente accessibile di rilassarsi. Soprattutto per i giovani professionisti, la casa delle vacanze è il luogo in cui si 'vive' davvero, contrariamente agli appartamenti in città, che sono il mero 'quartier generale' della settimana lavorativa. Alcuni, addirittura, riescono a gestire la frenesia della vita cittadina solo a patto di lasciarsela alle spalle ogni weekend...
Continua a leggere
  1440 Visite
1440 Visite

Gli spazi privati in casa: consigli utili

In una casa per famiglia, gli spazi privati e le camere da letto devono essere dotati del massimo di flessibilità. La vita di una famiglia ruota intorno al cambiamento, che a volte può essere rapido e radicale. Mentre c'è un limite alla possibilità di eliminare muri o realizzare ampliamenti, modificare la destinazione dei locali per soddisfare le mutate esigenze legate al cambiamento richiede solo un weekend e un po' di energia muscolare. I bimbi piccoli non hanno bisogno di camere grandi e possono trascorrere la maggior parte del tempo nella stanza dei genitori, almeno per i primi mesi di vita; quando imparano a camminare, invece, hanno bisogno di spazio. I bambini fino ai dieci anni dedicano molto tempo a quella che gli psicologi definiscono "attività motoria principale" e che il resto del mondo chiama "giocare in modo rumoroso o fare confusione". Se si desidera evitare la spiacevole vista di bambini...
Continua a leggere
  1565 Visite
1565 Visite

Ergonomia ed efficienza

Anche se molte aziende hanno investito parecchio denaro per creare un ambiente di lavoro piacevole e comodo, in genere gli uffici, con le loro tinte neutre e gli arredi standard, lasciano molto a desiderare. Uno degli aspetti più piacevoli del lavoro da casa è quello di poter creare un ambiente che risponda ai propri gusti personali. Per quanto l'estetica abbia la sua importanza, ciò che non va assolutamente trascurato è l'aspetto ergonomico. Molti mobili da ufficio non hanno un'estetica accattivante, ma sono comunque frutto di studi e ricerche sull'ergonomia, e sono stati progettati sia per migliorare produttività ed efficienza che per prevenire le patologie da ufficio. Anche lavorando in casa bisogna fare attenzione ai dolori di schiena, alle posture sbagliate e all'affaticamento oculare; e il rischio aumenta se si utilizzano arredi o accessori che non sono stati progettati ad hoc per il lavoro. Illuminazione In genere, negli spazi di lavoro, la...
Continua a leggere
  1534 Visite
1534 Visite

Depositi ed edifici accessori

Spesso le case unifamiliari, soprattutto nei paesi anglosassoni, sono corredate di ambienti accessori autonomi, utilizzati come depositi o laboratori. Al giorno d'oggi questi ambienti si prestano a essere utilizzati per svolgere attività professionali. La loro peculiarità è quella di essere isolati, indipendenti e separati dal resto della casa; in passato molti scrittori inglesi hanno lavorato in luoghi del genere: tra loro, Roald Dahl, Phillip Pullman e Margaret Drabble. George Bernard Shaw aveva addirittura un piccolo edificio nel giardino della sua casa di Ayot St. Lawrence, nello Hertfordshire, in Inghilterra, con un tavolo girevole in modo da poter ruotare seguendo la direzione del sole. Se avete un giardino abbastanza grande, l'allestimento di uno spazio del genere è assolutamente consigliabile. In questo modo viene garantita la necessaria distanza psicologica tra casa e lavoro, ed è piacevole uscire di casa e imboccare un vialetto in giardino per andare al lavoro. I clienti, fornitori...
Continua a leggere
  1491 Visite
1491 Visite

Spazi di lavoro integrati

Le nuove tecnologie digitali portatili, che non hanno bisogno né di supporti cartacei né di collegamenti via cavo - come computer portatili, palmari e telefoni cellulari consentono teoricamente di lavorare in qualsiasi luogo: a letto, sul tavolo di cucina, in giardino o in un bar. In pratica, però, uno spazio dedicato è essenziale per svolgere un'attività tanto importante per la propria esistenza. I luoghi candidati a diventare uno spazio di lavoro sono, ovviamente, quelli meno utilizzati: la sala da pranzo, se solitamente mangiate in cucina, la stanza per gli ospiti o la camera di un figlio che non vive più con voi. Tutto ciò che resta da fare è delimitare la zona e adattarla alle proprie esigenze. Nel caso in cui non ci siano spazi disponibili, occorre adattarsi a lavorare in una camera da letto, in cucina o in soggiorno. Non è detto che la cosa sia così difficile come...
Continua a leggere
  1366 Visite
1366 Visite

Allestire lo spazio di lavoro

Per entrare nella giusta ottica lavorativa, è necessario riuscire a mantenere una certa distanza psicologica dalle varie distrazioni della vita domestica (finché non si lavora a casa, non si può immaginare quanto una pila di panni da stirare o un prato da tagliare costituiscano una distrazione, specialmente quando si avvicina una scadenza importante) . Forse l'unico vantaggio di lavorare altrove è proprio il fatto di creare un distacco fisico e dunque un cambio di registro. Nell'allestire il posto di lavoro è quindi opportuno definire la necessaria distanza psicologica tra la sfera domestica e quella professionale: salire una scala per raggiungere l'ufficio in un attico trasformato, oppure poter chiudere una porta, sono confini fisici che delimitano i vari ambiti di attività e garantiscono l'isolamento dai problemi domestici. In modo analogo, sedersi a leggere il giornale, fare le parole crociate o seguire la corrispondenza all'inizio della giornata possono avviare mentalmente allo svolgimento...
Continua a leggere
  1244 Visite
1244 Visite

banner-scrivi-artioclo