Porte scorrevoli in vetro da interni

porte-in-vetro-da-interni

Le porte scorrevoli in vetro sono tra gli elementi di arredo più trendy degli ultimi tempi. Permettono di dare un tocco di stile a qualsiasi ambiente, favorendo la diffusione della luce e il mantenimento di una certa leggerezza nella suddivisione tra le stanze. Anche in ambienti di dimensioni contenute le porte scorrevoli in vetro consentono di dare vita ad aperture eleganti, che aumentano otticamente la cubatura delle stanze. La scelta del prodotto più indicato per ogni situazione dipende da una serie di fattori, a partire dallo stile che si desidera conferire all’abitazione.

Porte in vetro di design
Il vetro è uno tra i materiali più interessanti e versatili per la preparazione di porte per l’interno dell’abitazione. Ne esistono infatti di varie tipologie, con vetro trasparente, opaco, fumé o anche decorato. La scelta della porta ideale consiste anche nel considerare questi elementi architettonici come veri e propri complementi d’arredo. Meglio quindi valutare a fondo quale sia lo stile che si intende conferire all’ambiente in cui si installa questo tipo di porta. Le trasparenze del vetro possono essere rese meno importanti utilizzando materiali opachi, pur mantenendo comunque tutti i vantaggi dovuti al passaggio della luce attraverso il materiale. Le porte scorrevoli in vetro possono essere utilizzate sia in ambito abitativo, sia in strutture quali uffici e aziende. La versatilità è l’elemento che contraddistingue questo tipo di porte, che quindi possono trovare posto in qualsiasi edificio.

Che tipo di porta scorrevole
Le porte scorrevoli sono disponibili essenzialmente in due grandi tipologie: a scomparsa o a sovrapposizione. Le porte in vetro scorrevoli a scomparsa sono adatte ad essere installate dove ci sia a disposizione una parete in cui inserire il contro telaio dell’anta, in modo da poterla far scomparire nella muratura al momento dell’apertura. Le porte scorrevoli a sovrapposizione invece all’apertura sovrappongono l’anta alla parete vicina, rimanendo bene in vista. La scelta dell’uno o dell’altro tipo di porta scorrevole dipende dalle possibilità date dallo spazio a disposizione, ma non solo. La versione a sovrapposizione crea ovviamente un effetto scenico molto più evidente, perfetto in situazioni in cui l’ambiente su cui si apre la porta è molto spazioso o nel caso in cui l’anta sia decorata, per poterla mantenere sempre ben visibile.

Installare le porte in vetro scorrevoli
Le porte in vetro oggi si installano nello stesso modo delle porte in legno o in altro materiale. Da considerare il fatto che esistono porte in vetro scorrevoli dallo spessore minimo, che quindi permettono l’installazione anche in divisori o pareti decisamente sottili, cosa da non sottovalutare. Per quanto riguarda l’effettiva installazione è bene contattare un professionista esperto del settore, che saprà anche consigliare sul tipo di porta in vetro scorrevole più indicato da utilizzare. Per quanto riguarda le versioni a scomparsa è da notare il fatto che sia necessario intervenire con delle opere di muratura, in quanto si deve creare lo spazio per l’anta all’interno di una delle pareti vicine all’apertura. In alcuni casi questo tipo di intervento diviene complesso e rende la scelta della porta fuori muro più indicato.

Inverno, come decorare casa
Umidificazione in azienda: tutto quello che c’è da...

banner-scrivi-artioclo