I mobili etnici : fascino e seduzione di terre lontanissime

i-mobili-etnici-fascino-e-seduzione-di-terre-lontanissime

L’era della mercato globale permette oggi di acquistare per la propria abitazione oggetti e mobilia che proviene dal resto del mondo, espressione di una cultura lontana che ci racconta un pezzo di storia del paese grazie ai prodotti creati dell’artigianato locale.

Lo stile etnico per i mobili è rappresentato da culture che spaziano dall’Africa all’Asia; in esso si  fondere stili, culture e tradizioni di popolazioni agli antipodi. L’arredamento di questo settore se solo alcuni fa si rivolgeva ad un pubblico ristretto e facoltoso, con la passione esotica nata dopo un viaggio oggi, senza nemmeno muoversi da casa, anche la gente comune può ordinare nel Web una cassettiera senegalese o della credenza cinese.

Tutti i mobili di origine etnica spesso provengono direttamente dall’artigianato locale, il quale  plasma materiali quali mogano o legno secolari secondo le antiche tradizioni: spessissimo la lavorazione viene tramandata nei secoli attraverso vere e proprie caste artigiane.

I prezzi oggi, anche grazie alla filosofia lungimirante e alle pratiche del commercio equo e solidale, sono sempre più accessibili: tante sono le catene di grande distribuzione che si sono lanciate in questo stile sempre più richiesto dalla clientela.

Attraverso questi mobili così diversi nelle decorazioni e nel modo di porsi esteticamente si può evocare i profumi e i sapori di quelle terre da cui provengono, oltre ad avere il pregio di un mobile che si riesce ad adattare benissimo alle linee moderne in un arredamento.

Per dare un tocco esotico alla propria casa, in un ambiente intimo ma diverso dal solito, circondati da stoffe, tappetti e mobili di rara bellezza, lo stile etnico è perfetto.

Meglio un design totalmente etnico oppure è più opportuno inserire nell'appartamento o in un preciso ambiente solo alcuni mobili ad hoc?

Spesso persone che vivono in Occidente ma sono affascinate dall’Africa o dalle religioni del continente nordafricano oppure dalle filosofie orientali, decidono di coinvolgere in questa passione anche la propria casa e rinnovano totalmente gli spazi, rendendoli molto simili agli originali.

La contemporaneità ammette contaminazioni per sua definizione: non serve essere seguaci di Osho oppure attenti praticanti del Buddismo. Un mobile in stile etnico entrerà anche nelle case di periferia come nelle ville in campagna e si adatterà confortevolmente al vostro monolocale oppure allo spazio aperto di un enorme open space.

Di norma la maggior parte dei clienti che amano uno stile etnico preferiscono soltanto alcuni elementi per viverli al meglio dentro casa: la classica maschera africana, un tessuto batik dietro il letto, e sempre più spesso si vedono separé in bambù, cassettiere verticali strette oppure massiccie di origine africana, librerie in acacia, tatami giapponesi, mobili di qualità in legno teak e palissandro indiano come armadi e armadietti.

Oramai si trovano dappertutto, specie in Internet, aziende specializzate nell'import di questi mobili o anche aziende nostrane che riproducono i pezzi d'arredo in stile etnico, ma rigorosamente “con design italiano”!

Consigliabile per una scelta di qualità orientarsi verso un unico pezzo d’arredamento etnico raro, anche se un po' costoso: un mobile basso con cassetti laccato di origine giapponese, un baule o una cassapanca di origine indonesiana di squisita fattura, si sposeranno magnificamente ad un arredamento minimal.

 

L'importante è lasciare il proprio gusto e il proprio desiderio liberi di scegliere in mezzo alle mille offerte del mercato dell'etnico.

I mobili moderni: sfide estetiche e design
Il revival e il vintage che fanno trendy la cucina

banner-scrivi-artioclo