La sicurezza in casa comincia dalla serratura: quale scegliere e le differenze

serratura

Il furto in casa è uno fra gli eventi spiacevoli più temuti e che genera un forte senso di impotenza. Esso infatti non soltanto rappresenta un rischio per i propri beni, e nei casi peggiori per la propria vita, ma vuol dire anche una violazione dell’intimità familiare.

Sono ormai moltissimi gli accorgimenti che si possono prendere per tutelarsi: inferriate, sistemi di allarme e videosorveglianza, e porte blindate di buona fattura.

Il fatto che alcune statistiche ci dicano che il punto di accesso preferito dai ladri, in almeno 1 caso su 2, sia la porta di ingresso ci fa porre l’attenzione su un elemento fondamentale, ovvero la tipologia di serratura da montare sul portoncino.

Se ad esempio apprendiamo la notizia di una porta di un’abitazione forzata, è molto probabile che l’effrazione sia dipesa dalla scarsa qualità, o dall’usura, della serratura di sicurezza. Dunque un portone blindato, anche se di qualità discreta, può non essere un valido dispositivo di protezione se dotato di una serratura scadente.

In questo articolo forniremo delle indicazioni sulle scelte da compiere per tutelare la propria abitazione.

Perché la serratura a doppia mappa non è efficace

Le serrature a doppia mappa sono costituite in genere da un blocco unico e per aprirle c’è bisogno di una chiave dalla forma allungata, tipica di questo tipo di serratura.

La chiave ha due alette sulla sommità, spesso simmetriche, in quelle più moderne sono asimmetriche per evitare tentativi di falsificazione, che necessita di una fessura di inserimento più ampia rispetto ad altre serrature come quella a cilindro europeo.

Ciò conduce al facile inserimento di strumenti di scasso da parte dei malviventi, come ad esempio il grimaldello bulgaro. Il cilindro è perciò facilmente raggiungibile dall’esterno, non garantendo così una tutela completa.

 

Perché scegliere il cilindro europeo 

I difetti appena riportati hanno condotto al progressivo passaggio alla serratura a cilindro europeo. Anche in questo caso si deve fare attenzione alla qualità e soprattutto alla scelta dei modelli di ultimissima generazione.

Rispetto alla serratura a doppia mappa, quella a cilindro europeo non è composta da un blocco unico, ma ha due strutture separate, cioè la serratura e, a parte, il cilindro.

Le serrature a cilindro europeo possiedono inoltre una fessura di introduzione della chiave molto più stretta, cosa che rende complicata l’introduzione del grimaldello e di altri strumenti di effrazione, ma non le rende immuni al key bumping o allo strappo.

A questo proposito sono state sviluppate delle tecnologie capaci di difendere ancora meglio il cilindro europeo, come il defender antishock, la serratura europea con trappola, il cilindro europeo anti-bumping e antistrappo.

Inoltre queste nuove serrature sono dotate di chiavi impossibili da duplicare, per la presenza di incisioni, dentelli, incavi e all’interno sono inseriti dei magneti che rendono unico il cilindro che adotta questa chiave. Se i codici magnetici non corrispondono perfettamente la serratura non si apre.

La duplicazione della chiave può infine essere effettuata soltanto da parte della casa madre ed esclusivamente dopo la presentazione di una documentazione che attesti la proprietà della serratura.

Se hai intenzione di proteggere concretamente la tua casa devi rivolgerti a centri specializzati per la sicurezza, come Sicurchiavi, che offre servizi nell’ambito delle serrature, porte blindate, sistemi di allarme e videosorveglianza, e casseforti.

Tra le prestazioni offerte, ricordiamo il pronto intervento per serrature, chiavi auto e apertura porte. È inoltre possibile prenotare un test a domicilio gratuito per testare l’efficienza della propria serratura.

Frigorifero: quando cambiarlo e i principali malfu...
Pompe industriali, come individuare il modello più...

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.ilmondodellacasa.com/

banner-scrivi-artioclo