House gardening, ovvero come arredare con fiori e piante

House gardening è il termine con cui si indica una tendenza davvero speciale: ovvero quella di abbellire la casa con tante piante. Se da una parte il mondo è in malora a causa di un inquinamento sempre più insostenibile, dall’altra ci sono tantissime persone che stanno radicalmente cambiando le proprie abitudini di consumo e l’house gardening è una di queste. Le piante sono la linfa del pianeta e tenerle in vita prendendosi cura di loro fa bene anche alla salute mentale e fisica. Considera che il giardinaggio è un’attività consigliatissima per sviluppare la manualità dei bambini e ritrovare la calma e la concentrazione. Se stai pensando di imparare e a prenderti cura delle piante da mettere nel tuo appartamento, i nostri consigli ti saranno sicuramente utili.

Le piante fanno bene alla salute mentale e fisica

Innanzitutto per prendersi cura di piante e fiori bisogna informarsi e fare le cose per benino. A noi non piace tanto la distinzione tra pollice nero e pollice verde perché siamo dell’idea che tutti possano prendersi cura di una piantina. Per chi proprio non avesse idea da come cominciare il miglior consiglio è di tenere sempre sotto d’occhio Codiferro.it, il blog del Maestro che insegna come prendersi cura di fiori e piante con consigli utili e facili da mettere in pratica. Il punto è che fare giardinaggio o prendersi cura di una pianta è un toccasana per mente e corpo perché distende la tensione, rilassa lo stress e la sensazione di contrattura e al tempo stesso aiuta le vie respiratorie grazie all’azione umidificante e rinnovatrice che esse effettuano nell’aria. Questo è vero soprattutto per le piante grasse che sono indipendenti e facili da gestire e che migliorano notevolmente la qualità dell’aria che respiriamo.

Colorano e ravvivano la casa al minimo costo

I fiori e le piante, poi, offrono colorazioni incredibili che possono donare freschezza e allegria ad un ambiente scuro e spento. La pianta è l’arredo migliore che esista grazie al tocco di colore che offre in grado di ravvivare anche un salotto ombroso e smorto. Per l’arredo con le piante, poi, esiste tutta una serie di espositori fai fa te realizzabili con materiali di riciclo, come cordino, bottiglie di plastica, pallet e così via. Alla pianta, dopotutto, basta essere annaffiata e esposta al sole e, quando necessario, essere protetta dalla gelata. Nulla di più.

Piante e stanze della casa: quali scegliere e perché?

Come disporre le piante in casa? Dovrai capire che tipo di esposizione predilige la varietà che hai scelto e rispettare le poche semplici regole che ti mostriamo qui di seguito. Per esempio potresti dedicare al bagno qualche piantina estremamente profumata e odorosa e soprattutto tropicale, perché in grado di tollerare il calore e l’umidità tipico di questa stanza. Molto in voga sono i bulbi floreali e l’aloe che donano freschezza e allegria. Per la cucina potresti pensare alle spezie, così da unire l’utile al dilettevole. Per il soggiorno meglio scegliere piante maestose e ammirabili come l’Agave o la Kenzia, che, tra le altre cose, non richiedono particolari attenzioni cure. Per la camera da letto prediligi le piante grasse perché non rilasciano quantità di anidride carbonica pericolose. Consigliamo assolutamente due piante che non sono nocive per la salute ma che, al contrario, aiutano a prendere sonno e a dormire meglio. Stiamo parlando della lavanda e del gelsomino, piante rinomate proprio per il loro potere calmante e distensivo. Vedrai che con queste piantine in camera da letto farai sogni felici e sereni ma soprattutto, estremamente profumati.

Isolamento e risparmio energetico: nuovi trend e b...

banner-scrivi-artioclo