IlMondoDellaCasa

Portale dedicato al Mondo della Casa: tutto quello che riguarda il fantastico mondo dell'abitazione e del focolare domeitico.

Tom Price e le sue sedie duchampiane

Sovrana regna la plastica  nelle sedie-assemblage di Tom Price: un trionfo di corde, stracci, vestiti, tubi, fogli trasparenti e passione per il design. Tecniche rudimentali e sorprendenti per trasformare un agglomerato di plastica e di oggetti qualsiasi in una sedia confortevole. Trentasei anni, londinese, dopo una formazione da scultore, continua con due protagonisti del design più radicale, Ron Arad e Jurgen Bey, e inizia a esplorare i confini tra arte e disegno industriale. Da Marcel Duchamp a Tom Sachs, da Antoni Tapies a Richard Serra, gli artisti che come Tom creano uno stile cumulativo e stratificato. Per la sua tesi di dottorato al Royal College of Art, inventa le Meltdown chair, le sedie fuse. Price gonfia un palloncino e lo riveste con una corda di propilene azzurra, fino a creare un gomitolo di circa 50 centimetri di diametro. Dopo aver ricavato una nicchia in superficie, appoggia sopra una forma di metallo rovente. La corda si scioglie e lascia spazio alla seduta. L'attrazione per le plastiche e la loro mutevolezza da parte del designer è profonda: la corda, flessibile e ruvida prima, e la superficie della seduta, rigida e liscia è una fascinazione incredibile per lui ( e per noi) e lo ha spinto ad applicare questa tecnica su oggetti svariati. Partendo da un cumulo di in poliestere, da un mazzo di tubi bianchi in pvc assemblati come  un cristallo o di un riccio. Gli ultimi due anni di lavoro intenso hanno permesso a Price di creare oggetti a edizione limitata, tra cui una chaise longue per Mark, in ecoresina, che pare un foglio di carta lievemente piegato in quattro punti. Ha realizzato anche il rivestimento di un edificio a Londra, un fluire di forme astratte tagliate a laser su lastre d’acciaio. E ora vuole passare un paio di mesi in Cina, dove continuerà con le Meltdown chair. Sempre dinamico sulla strada tra arte e design.
Vota:
Finanziamenti per mobili e arredo casa
“Peg” di Studio Gorm: tavoli e sedie da appendere
 

Commenti

Ancora nessun commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Martedì, 17 Ottobre 2017
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

banner-scrivi-artioclo