1 minute reading time (188 words)

Le mattonelle come rivestimento delle pareti

Nate nel 5000 a.C., le mattonelle erano usate dai faraoni egizi per le proprie tombe e dai romani per i mosaici. Dal XII secolo, molti paesi europei iniziarono a produrre mattonelle di ceramica, destinate soprattutto agli ordini religiosi. Il Nord Africa antico e moderno né è ricchissimo, come la Spagna, il Portogallo e l'Italia.

Nei paesi a clima temperato le mattonelle sono impiegate nei bagni e a volte in cucina, dove però oggi esistono straordinarie alternative. Il pietrisco di cava ad esempio è indicato per il bagno. Mattonelle di specchio, vetro o pietra sono preferibili a quelle in ceramica, meno resistenti. Le piastrelle in pietra sono una valida alternativa alle lastre di pietra o di ardesia.

Anche se i mosaici troppo elaborati possono presentare problemi, il designer Fabio Novembre ha fatto meraviglie con il celebre mosaico di Bisazza.
Un'unica parete di mattonelle è sufficiente a denotare un'estetica contemporànea. Tré, accompagnate da una quarta in una trama materica contrastante, creano un effetto spettacolare. Optando per la ceramica, è bene evitare di mescolare colori o toni, strategia che accresce la bellezza di ardesia, pietra e vetro, connotati da diverse gradazioni cromatiche.

Il colore dei muri
Le lampade in casa

Related Posts

 

Commenti

Ancora nessun commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 20 Giugno 2018
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

banner-scrivi-artioclo