IlMondoDellaCasa

Portale dedicato al Mondo della Casa: tutto quello che riguarda il fantastico mondo dell'abitazione e del focolare domeitico.

Come creare giochi di luce per impreziosire il vostro giardino

Se avete la fortuna di abitare in una casa con giardino, realizzare una piccola oasi verde e privata sarà un piacere. Qualche ulivo, calendule e alberi sempreverdi sono fra le piante ornamentali di prima scelta per decorare il vostro giardino.

Durante il giorno ci penserà il sole a far risplendere le vostre piante, ma verso sera avrete bisogno di un aiuto che doni quel bagliore altrimenti perduto. Ecco perché sarà necessario porre la massima attenzione proprio sull'illuminazione che andrà a valorizzare le vostre piante e ottimizzare tutto lo spazio esterno.

Iniziamo con il dire che gli aspetti tecnici sulle luci da giardino sono importanti da conoscere prima di valutare quale tecnologia illuminante scegliere, dove e come posizionarla, e abbinata a quale pianta.
I tre tipi d'illuminazione che si prestano al decoro da giardino in questione sono sostanzialmente il led, la fluorescenza e l'alogena.

Il LED è certamente la scelta ottimale, quello che scoraggia è soltanto il costo, ma bisogna valutare determinate variabili prima di decidere, perché alcuni fattori vi porteranno ad ammortizzare in breve tempo il prezzo stesso del Led.
Bisogna fare un'attenta valutazione del tipo d'impianto che si intende installare e soprattutto del contesto in cui lo si deve inserire senza tralasciare le modalità di accensione che si preferiranno. Analizzando questo sarà già possibile comprendere la convenienza di una tecnologia illuminante piuttosto che un'altra.

La prima cosa da fare è decidere come accendere la luce sotto il vostro albero da giardino. Ad esempio, se gli alberi verranno illuminati da una linea di luce direttamente collegata a un temporizzatore, l'opzione migliore è certamente una lampada a fluorescenza o al led.
O ancora, se intendete farvi installare il pratico sensore crepuscolare da collegare sempre alla linea di luce per le piante, la scelta migliore ricade comunque su fluorescenza e led.

Innanzitutto queste sorgenti sono a risparmio energetico, certo, lo è anche la tecnologia della lampada alogena, ma i benefici vanno visti nel complesso.
Oggi è possibile acquistare fari a led per esterno a bassissimo consumo energetico, quindi perché mai rinunciare alla loro impareggiabile resa luminosa?

I LED, utilizzati per piante di piccole dimensioni garantiranno un risultato eccellente con una manutenzione praticamente inesistente. La creatività farà il resto, la vostra o meglio ancora, quella di un professionista dell'illuminotecnica perché per creare un perfetto incontro di luci, bisogna far coesistere colori e tipologie di sorgenti che diano equilibrio a tutto il contesto.

A questo punto resta solo da capire quale prodotto scegliere e come posizionarlo:

  • I fari a led va bene se dovete illuminare una pianta piccola piantata da poco, o un albero che muterà, quest'impianto vi darà modo di seguire l'evoluzione di crescita, adattando di volta in volta, l'orientamento del flusso verso le zone di vostro gradimento.
  • Il faretto da incasso è perfetto per le piante che hanno raggiunto la loro forma e dimensione finale. Risulta peraltro più funzionale e meno ingombrante.
  • L'installazione di un picchetto, rispetto a quella fissa è una variabile a discrezione del cliente, che ne può apprezzare l'efficacia per facilità di spostamento ma soprattutto per costi zero d'installazione.

Vota:
Orientarsi nella scelta dei Serramenti: soluzioni ...
COME PULIRE UN PAVIMENTO IN MARMO
 

Commenti

Ancora nessun commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Venerdì, 22 Settembre 2017
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

banner-scrivi-artioclo